Qualche giorno fa è diventata virale sui social la notizia che, in un ristorante londinese, uno chef italiano si è rifiutato di accontentare un cliente che aveva chiesto del parmigiano da aggiungere su un piatto a base di pesce. Il cliente, stizzito, ha stroncato il locale su TripAdvisor e il cuoco, Massimiliano Donati, ha risposto in modo piccato ma divertente, snocciolando una serie di “DON’T” che sono norme inderogabili nel suo locale. Del tipo: mai il formaggio sul pesce, mai la panna nella carbonara, mai l’ananas sulla pizza e così via.

Quante volte, a Londra o a Dubino, per non parlare di New York, ci è capitato di storcere il naso davanti a un piatto o a un abbinamento a dir poco audace? Vi ho chiesto di farmi qualche esempio e le risposte non sono mancate. Grazie ai lettori di Inglish.it e al gruppo Facebook Italiani a Dublino.

Ecco allora gli abbinamenti culinari più strani che è possibile dis-gustare all’estero:

  1. PASTA E KETCHUP

L’atto profanatorio più inacettabile per un italiano: prendere un tubetto di ketchup e spremerlo su un piatto di spaghetti. Chi vive all’estero ha avuto di sicuro un coinquilino colpevole di questo oltraggio. I più bongustai aggiungono anche una spruzzata di mayonese. Lo spruzzo assassino di ketchup non risparmia neanche altri piatti nostrani come la pizza e le lasagne.

2. PATATINE NEL PANINO

Un tripudio di carboidrati. È il cosiddetto Tayto Sandwich che spopola soprattutto in Irlanda. Due fette di pane, farcite di crisps, dai gusti più disparati. E che fai? Non l’aggiungi un po’ di ketchup? E tra i panini più prelibati, una menzione speciale va al sandwich con burro e banana, segnalatoci da Serena.

3. PANINO E CAPPUCCINO

Da quando il cappuccino è arrivato oltre Manica, si vede ogni sorta d’abuso. Come alternare un morso ad un sandwich con un sorso di caffellatte. Sono molti quelli che prendono il cappuccino alla fine dei pasti, come noi prenderemmo il caffè espresso. Ma Simone ha visto di peggio: una signora accompagnava una pizza con un bel litro di latte fresco di Tesco. Altrettanto disgustosi l’abbinamento di patatine fritte e cioccolate calda, segnalato da Federica, e quello tra pizza e milkshake alla fragola. Avete già gli urti di vomito?

4. PASTA E POLLO

Poteva mancare il pollo? Gli anglosassoni ce lo mettono dappertutto: dall’insalata ai sandwich, fino a profanare la tradizionale cucina italiana. Vito, in una vacanza studio a Londra, ha degustato un bel piatto di pastasciutta con pollo e patate. Massimo segnala un altro capolavoro: pasta, pollo, gamberoni e panna. Il bel pennuto si infila persino nei nostri piatti più amati: Natasha si è vista presentare una carbonara a base di panna, funghi e pollo.

5. PIZZA CON L’ANANAS

La controversa “pizza hawayana” all’estero spopola e forse è per questo che le pizzerie delle principali città turistiche italiane, da Venezia a Roma, si sono arrese e la propongono nel loro menu. Ma la nostra amata pizza è vittima di scempi ben più gravi: da chi ci spruzza sopra ketchup e mayonese in abbondanza a chi ci aggiunge gli ingredienti più improbabili. Gilda è stata testimone di un bel filetto di merluzzo adagiato sulla pizza, mentre Silvia segnala una pizza con tonno e salsiccia. Infine, tornando allo stile hawayano, ecco il capolavolo segnalato da Marianna: pizza con ananas, bacon, mais e pezzi di pollo, che il ristoratore aveva battezzato, chissà perchè, “siciliana”.