“Che lingua strana l’italiano – mi dice un mio amico inglese che sta provando a imparare la nostra lingua – tutte quelle doppie”.

“Almeno noi le pronunciamo” rispondo io, che sono sempre ipersensibile quando qualcuno si permette di fare un commento negativo sull’italiano. Ne è seguito tra noi un dibattito linguistico di bassissimo livello, che è però sfumato in un gioco divertente.

Lui mi diceva parole italiane con doppie (mamma, pizza, espresso, cappuccino… che fantasia, eh?). Io facevo lo stesso con l’inglese.

Ho vinto io, ma solo perchè il suo italiano è davvero di livello basso.

Il gioco però mi ha fatto pensare al fatto che le doppie costituiscono un problema per noi stranieri quando scriviamo in inglese.

E allora ecco un breve elenco di parole che mi capita di sbagliare spesso quando mi devo cimentare con la scrittura.

 

SUCCESSFULLY

Parola che incontrate spesso, se amate lo shopping online. “Your order has gone through successfully“: inizia così l’email di conferma che riceviamo dopo aver fatto un ordine. Se proviamo a scrivere la parola, però, l’errore è presto servito. La doppia s per noi italiani spesso diventa unica. La sequenza di consonanti ssf nella nostra lingua è praticamente inesistente. Per evitare l’errore è utile scomporre mentalmente la parola: success + il suffisso avverbiale fully.

 

TATTOO

Il tatuaggio inglese ha doppia t e doppia o. Parola esotica, che è un prestito dall’indonesiano. A noi italiani capita di lasciare per strada un t, forse perchè l’equivalente italiano ha una sola consonante nella seconda sillaba.

 

ADDRESS

L’indirizzo in inglese può essere insidioso. Soprattutto quella doppia d iniziale che diventa spesso unica quando scriviamo. La sequenza ddr in italiano esiste ma è rara (raddrizzare). Anche la pronuncia della parola dà qualche problema. Dove cade l’accento, sulla prima o sulla seconda sillaba?

 

ACCOMMODATION

A chi si è trovato nella situazione di cercare una stanza in affitto in Inghilterra o in Irlanda, sarà capitato di scrivere “I am looking for an accomodation“.  Perdiamo spesso per strada una m, nello scrivere questa parola. La somiglianza di suono e di grafia con la parola italiana accomodare è fuorviante.

 

COMMUNICATION

La parola comunicazione in italiano non ha conservato la doppia m, che compariva nella parola latina (communis, communico). Il termine inglese invece è graficamente più vicino all’originale. Per chi ha studiato il latino la ricostruzione etimologica della parola aiuta a evitare l’errore che compiamo in molti (comunication, invece di communication).

 

Conoscete altre parole con doppia consonante che vi danno problemi quando scrivete in inglese?